Riunione di Lipu sezione di Brescia del 07/12/2017

Riunione particolarmente interessante e vivace Giovedì sera al museo di Scienze Naturali di Brescia.
Nella programmazione delle iniziative per il 2018 come sezione abbiamo deciso di invitare anche amici e realtà non necessariamente Lipu, ma sensibili alle nostre problematiche per valutare insieme e confrontare altre esperienze, progetti, iniziative, oltre a quelle già intraprese negli ultimi anni (censimenti, progetto mangiatoie, escursioni).

La partecipazione ha superato ogni aspettativa: sono intervenute 18 persone.
Il messaggio che volevamo trasmettere era che Lipu potrebbe rappresentare per Brescia un valido riferimento per progetti e iniziative.
Crediamo di esserci riusciti.

Dagli interventi sono emerse attività e progetti che verranno sviluppati prossimamente, aperti ai soci e a tutti coloro che per tempo e sensibilità volessero impegnarsi, non necessariamente con grande esperienza.

Solo un accenno delle proposte discusse:
– Rocco Leo (gruppo Berga) ci ha parlato dello studio che sta’ portando avanti con Roberto Bertoli e altri amici sui gabbiani svernanti sul lago d’Iseo. L’indagine è iniziata nel 1987 come Lipu andando a monitorare dormitori, spostamenti, alimentazione pre e dopo chiusura discariche.
La possibilità di avere più forze sul campo permetterà una maggiore definizione degli spostamenti e delle abitudini dei laridi.

– Marco Gobbini, non potendo partecipare ha inviato una mail per esporre una sua idea di studio sulla avifauna di alcune zone xero-termiche.
Il fine principale è appurare lo stato attuale delle specie “mediterranee” che si presume sia molto depauperato. In secondo ordine accertare l’eventuale nidificazione della sterpazzolina, specie mai censita come nidificante nel bresciano.

– Roberto Bertoli (gruppo Berga) ha portato l’esperienza di 24 anni della stazione di inanellamento del Passo della Berga.
Ha parlato dell’importante valore scientifico del lavoro unito al presidio del territorio. Ha ribadito che serve un grande impegno di persone per garantire la copertura del periodo di apertura ed ha invitato i presenti a partecipare.

– Carlo Chiari ha illustrato i censimenti che, spesso individualmente, ha effettuato nelle cave di San Polo, Bagnolo Mella e Montirone.
Ha spiegato l’importanza delle migliaia di dati raccolti, invitando i presenti ad aiutarlo.

– Stefania Capelli ha parlato del progetto “monumenti vivi” che sono quei monumenti storici cittadini oggetto di nidificazione di rondoni che spesso vengono restaurati senza considerare queste presenze.
Scopo del progetto è di censirli e convincere le amministrazioni a progettare restauri garantendo le nidificazioni.
Abbiamo menzionato la delibera “Salva rondini”, già adottata da molte città e comuni italiani, da presentare al Comune di Brescia.
Carlo Chiari ha proposto il censimento cittadino delle nidificazioni di rondine montana.

– Claudia Mora (GEV Valsabbia) ha parlato del Progetto Rospi sul lago d’Idro dove una rete di volontari si occupa della salvaguardia e del censimento del Rospo Comune durante la migrazione primaverile. Per il 2018 sarà importane una buona partecipazione di volontari anche nella fase di istallazione delle barriere volte a veicolare i rospi in passaggi più sicuri.

Claudia ha parlato anche del lago Bongi (un piccolo bacino idroelettrico tra Pertica Alta e Savallese) dove sono già stati fatti degli interventi volti alla salvaguardia degli anfibi che restavano intrappolati in alcune strutture della diga del lago. Rimane il problema strada dove centinaia di rospi muoiono investiti dalle auto. Si stanno cercando finanziamenti per la posa di barriere e sottopassi salvarospi. Una volta trovati i fondi serviranno anche qui volontari per la buona riuscita del progetto.

– Diego Franchini ha menzionato un possibile monitoraggio di Albanella Minore. Specie che transita e si ferma nelle praterie intorno all’aereoporto.
La speranza è che una coppia possa nidificare.

In sintesi, abbiamo messo tanta “carne al fuoco” con grande coinvolgimento e partecipazione di tutti.
Ora e’ importante che alle idee seguano le azioni.
Alle 23 ci siamo salutati, ripromettendoci di mantenerci in contatto ed informarci sulle iniziative attraverso mail e sito.

Un Natale per la Natura 2 e 3 Dicembre 2017

Tornano nelle piazze italiane i prodotti di Natale della Lipu.

Ci troverete Sabato 2 dalle 14.00 alle 19.30 in corso Palestro
(angolo Contrada Santa Croce)
e Domenica 3 dalle 14.00 alle 19.30 in corso Zanardelli
(di fronte al negozio Feltrinelli)

Con una donazione minima di 12 euro riceverete un pacco composto da:
1 confezione di pasta di semola di grano duro trafilata al bronzo tipo “penne” da 500 gr
1 confezione di lenticchie biologiche da 250 gr, piccole di montagna
– 1 bottiglia di vino Supèrbio da 750 cc a scelta tra “Nero D’Avola /Syrah”,
Prosecco Doc frizzante oppure di Grillo/Pinot Grigio

Per chi desidera anche solo parte dei prodotti la donazione minima richiesta è di 5 euro per lenticchie+pasta e 7 euro per il vino.

Presso il nostro stand saranno disponibili anche alcune bellissime mangiatoie.

La Campagna Un Natale per la Natura, giunta alla sua 22esima edizione, sostiene le numerose attività della Lipu, dalla gestione di oasi e riserve alla tutela dei siti Natura 2000, dal recupero degli animali selvatici alle azioni e progetti a favore delle specie minacciate, dalla promozione di un’agricoltura rispettosa dell’ambiente alla diffusione della cultura ecologica.

Festa del Parco delle Cave

Sabato 23 Settembre 2017 si è svolta la Festa del Parco delle Cave presso la Cava Faustini Nord.

La LIPU sezione di Brescia ha allestito una mostra fotografica che ha suscitato l’interesse dei visitatori.

Conferenza Stampa sul Parco delle Cave

L’apprezzabile iniziativa della Consulta per l’ambiente per il rilancio della discussione sul futuro Parco delle Cave, ha lasciato irrisolte tutta una serie di questioni sotto il profilo della programmazione delle prossime concrete cose da fare per la realizzazione di un parco, su un ampio territorio, recuperato dal punto di vista ambientale, che abbia destinazioni articolate tra la pubblica fruizione e la destinazione naturalistica.

Come LIPU, propenderemmo per il suo recupero naturalistico, ma non si pretende che questo riguardi l’intero territorio di oltre 4 milioni di mq.
Riteniamo, invece, che le numerose e legittime proposte di utilizzo delle aree possano e debbano essere valutate in riferimento ad una pianificazione che parta da un approfondito studio dell’area e dall’individuazione delle zone di maggior tutela e, solo successivamente, identifichi le altre funzioni piu’ legate alla fruizione antropica.

Leggi tutto “Conferenza Stampa sul Parco delle Cave”

Escursioni 2017 – Torbiere di Marcaria

Domenica 25 Maggio un gruppo della Lipu sezione di Brescia ha fatto una gita alle Torbiere di Marcaria.